La cinesiterapia: Denaro istituzionale, domanda massiccia, prezzo del carburante Bitcoin

  • 1 trilione di dollari L’investitore istituzionale prende la febbre Bitcoin
  • La cinesiterapia: Denaro istituzionale, domanda massiccia, prezzo del carburante Bitcoin
  • Tempo di lettura: 2 minuti da Ogwu Osaemezu Emmanuel il 20 novembre 2020 Bitcoin
  • Chainalysis ha pubblicato un nuovo rapporto di ricerca il 20 novembre 2020, che illustra in dettaglio le possibili ragioni dell’attuale corsa dei tori bitcoin (BTC) e il motivo per cui l’aumento dei prezzi di quest’anno è molto diverso e più significativo di quello del 2017.

La domanda di bitcoin supera l’offerta

Dopo il bagno di sangue del 2018 che ha fatto crollare il prezzo del Bitcoin Billionaire e di altre crittocittà, riducendo la loro capitalizzazione di mercato combinata a soli 190 miliardi di dollari, sembra che i tempi migliori siano di nuovo qui per i bitcoiner, dato che il prezzo della valuta digitale di punta punta punta ancora una volta alla luna.

Nell’ultimo sviluppo, Chainalysis, una delle principali società di analisi delle catene di blocco che fornisce dati critici criptati ai governi, alle borse e alle istituzioni finanziarie, ha pubblicato un rapporto di ricerca che cerca di spiegare il motivo alla base dell’attuale mercato dei tori e perché è molto diverso da quello del 2017, quando il prezzo del bitcoin (BTC) ha raggiunto i 20.000 dollari per la prima volta nella sua storia.

Per l’azienda, l’attuale domanda di moneta arancione da parte di investitori sia al dettaglio che istituzionali supera di gran lunga l’offerta, nonostante ogni giorno si estragga più BTC. La Chainalysis dice che questo è dovuto al fatto che una grossa fetta della BTC in circolazione è attualmente „illiquida“, in quanto è detenuta da investitori che potrebbero non essere ancora interessati a venderla.

Chainalysis ha scritto:

„Attualmente, la quantità di BTC liquido (monete negoziabili) è simile a quella che era nel 2017. Ma la quantità detenuta nei portafogli illiquidi è molto più alta, attualmente rappresenta il 77% dei 14,8 milioni di BTC estratti che non sono classificati come perduti, il che significa che non si è spostata dal suo indirizzo attuale per cinque anni o più. Questo lascia un pool di soli 3,4 milioni di bitcoin prontamente disponibili per gli acquirenti all’aumentare della domanda“.

Investitori istituzionali che alimentano l’impennata dei prezzi di BTC

È interessante notare che una delle differenze principali tra questo mercato toro e quello del 2017 è che questa volta sono gli investitori istituzionali a guidare la carica, a differenza dell’ultima volta in cui FOMO ha fatto acquistare bitcoin con i propri fondi personali a vari investitori al dettaglio inesperti.

Come riportato da BTCManager, a ottobre 2020, le aziende pubbliche detenevano nei loro portafogli un valore combinato di 6,75 miliardi di dollari di bitcoin e Chainalysis dice che il numero dovrebbe continuare a crescere, dato che sempre più investitori vedono ora il bitcoin come il cavallo più veloce per proteggersi dalla grande inflazione monetaria, proprio come Paul Tudor Jones.

Inoltre, il rapporto rivela che gli scambi cripto con fiat on e offrampa stanno giocando un ruolo attivo in questa attuale corsa al rialzo, poiché hanno reso più facile per le persone acquistare facilmente il bitcoin con le loro valute fiat locali e viceversa.

„Gli scambi cripto-to-fiat (C2F) stanno giocando un ruolo maggiore in questo aumento rispetto al 2017, quando gli scambi cripto-to-crypto (C2C), utilizzati principalmente dai trader che scambiano molti tipi diversi di cripto, hanno spinto di più il mercato. Questo, insieme al recente accumulo di BTC da parte degli investitori istituzionali, suggerisce che i primi acquirenti di bitcoin e gli acquirenti che cercano di scaricare valuta fiat per BTC come copertura contro le preoccupanti tendenze macroeconomiche sono responsabili di gran parte della domanda attuale“.

Al momento della stampa il prezzo del bitcoin si aggira intorno alla regione di prezzo di 18,00 dollari, con un tetto di mercato di 337,39 miliardi di dollari.

admin